Cities&Mobilities

IL PROGRAMMA CITIES&MOBILITIES

venerdì 24 settembre 2021_ore 10:00|20:00
Chiostro del Complesso Monumentale Santi Marcellino e Festo, NAPOLI
>eventi gratuiti senza obbligo di prenotazione
>ingresso del pubblico da Largo San Marcellino 10 – si ricorda che l’area è a traffico limitato
>l’accesso alla struttura e alle attività è vincolato all’esibizione del Green Pass (per tutti dai 12 anni in sù), all’uso della mascherina e al mantenimento del distanziamento interpersonale di 1 m.
Ringraziamo anticipatamente per la massima collaborazione al sereno svolgimento in sicurezza della manifestazione.

  • ore 10:00|20:00 con proiezione c/o Chiesa del Chiostro ore 16:00-16:30 
  • ESPOSIZIONE DEL PROGETTO “VILLA POSTUMANA” – exhibition
    DICEA_UNINA Mario Coppola, Stefano Papirio

La Villa Postumana, in esposizione alla Biennale di Venezia, sfrutta le più recenti tecnologie per l’ecocompatibilità delle costruzioni a partire dalla stampa 3d di materiali locali, nel rispetto dei principi di economia circolare e recupero di risorse. Un processo digitale connette un parallelepipedo con le stratificazioni di pietra, generando radici rispondenti a logiche di minimizzazione di materiale e massimizzazione della resistenza di alberi e ossa, dando vita a un’architettura che è fusione tra geometrie antropiche e naturali.

_____________________________________________________________________________________________________________

  • ore 15:00|20:00 con proiezione c/o Chiesa del Chiostro ore 15:00-16:00 
  • LINK CITY – SMART IDEAS FOR HUMAN CITY cafè scientifique
    Dipartimento di Architettura (DiARC)_UNINA Maria Cerreta, Paola Scala, Serena Viola

Il Dipartimento di Architettura intende organizzare un incontro sul tema del  film “Koolhaas houselife” di ILA BÊKA & LOUISE LEMOINE. Il film racconta un “capolavoro” dell’architettura contemporanea, la Maison à Bordeaux di OMA, visto attraverso gli occhi della governante che ne evidenzia tutti i “limiti” e le incongruenze dal punto di vista di chi “subisce” la casa.
Mostrando il film ai non addetti ai lavori si intende sottolineare due cose: da un lato la “necessità di una teoria”, come strumento indispensabile all’ “invenzione” architettonica. Dall’altro la necessità di non venirne ingabbiati… è un “errore” che si può perdonare solo ai veri maestri. A conclusione delle proiezioni si terrà un dibattito tra i partecipanti e alcuni docenti del DiARC per attivare una riflessione condivisa.

_____________________________________________________________________________________________________________